Aggiungi a Preferiti | TuttoRicette come Homepage | Contatti







Vodka E Tonic Vodka Gim
Vodka Gimlet Vodka Gipsy
Vodka Grasshopper Vodka Martini
Vodka Martini (2) Vodka Martini (3)
Vodka Sour Vodka Special
Vodka Sprint Vodka Stinger
Vodka Stinger (2) Vodka Tonic
Vodka Vip Voilà
Volare Volare (2)
Volga Volga Sling
Volubile Voluttà
Voronoff Vov
Vov Con Vaniglia Vov Senza Vaniglia
Vulcano Vulcano (2)
Vulcano (3) Waikiki
Walon Beack Walter
Wamp Wargame
Washington Washington Flip
Waterloo Waterloo (2)
Week-end Welcome


Numero Pagina:
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135

Polpette Al Pomodoro
Dosi per 4 persone:
600 G Carne Tritata
250 G Pane Raffermo
3 Uova
50 G Formaggio Parmigiano (o Formaggio Pecorino)
2 Spicchi Aglio
Prezzemolo
100 G Uva Passa E Pinoli (facoltativo)
500 G Pomodori Pelati
50 G Concentrato
50 G Sugna
Cipolla
Basilico

Preparazione
Inizierò col dire che le polpette a Napoli sono sempre di carne cruda, poiché, non essendovi la buona abitudine di preparare brodo, che qui veramente non è molto considerato, in casa non c'è mai carne avanzata. Togliete la crosta al pane e mettetelo ad ammollare in acqua o latte; spremetelo bene ed unitelo alla carne, alle uova, al formaggio grattugiato, all'aglio tritato finissimo, al prezzemolo, sale, pepe ed ai passi e pinoli se vi piace. preparate intanto un sugo di pomodoro con sugna, cipolla e basilico; friggete il olio le polpette e mettetele in un recipiente piuttosto basso coperte dal sugo che deve essere piuttosto liquido. Fate insaporire le polpette nel pomodoro a fuoco basso per 10-15 minuti; la salsa si addenserà al punto giusto. potrete mangiare le polpette, senza uva passa e pinoli, anche soltanto fritte, purché le portiate a tavola ben calde. D'altronde, tutto quanto è fritto, si dice a Napoli, va consumato 'frienno e magnanno'.

Con Affetto
LUISA

LuisaCucina.com
copyright©2014 - Tutti i diritti Riservati
Graphic by Animeitalia.WebDesign